Gioco

In questa sezione non sono presenti articoli. Posso suggerirti la lettura degli ultimi articoli scritti.

FORMAZIONE

Rispetto e reciprocità nella relazione di cura

Ogni persona che si prende cura dell'altro deve accendere uno sguardo pedagogico-relazionale sulle implicazioni dei suoi gesti, anche di quelli piccoli e frequenti, che abitualmente compie, o non compie, perché da essi derivano la stima di sè, il senso di sicurezza, la felicità. Nelle mie proposte privilegio un coinvolgimento attivo dei partecipanti, poiché si impara attraverso le proprie esperienze, come ben insegna l'educazione attiva. La proposta che porto avanti è ...continua a leggere

Francesca - 10/07/2013 Leggi tutto      
FORMAZIONE

Giocare con la sabbia

La sabbia va scomparendo dai luoghi dei bambini e quando la si trova frequentemente è accessibile con numerose limitazioni. E' un peccato perché i bambini tendenzialmente amano giocare con la sabbia -e anche gli adulti che se lo concedono. Lo stesso piacere è espresso dalle persone anziane e da quelle affette da patologie croniche. Recentemente la sabbia torna alla ribalta, viene proposta con frequenza in percorsi educativi, arteterapeutici, psicanalitici, fiosioterapici, ...continua a leggere

Francesca - 10/07/2013 Leggi tutto      
FORMAZIONE

La centralità del bambino nell'azione educativa: significati e prassi

Cosa significa porre il bambino al centro? Come possiamo esprimere cura e rispetto attraverso uno stile educativo coerente? Ciascuno può cercare la sua risposta, ponendosi le giuste domande. Il percorso che propongo muove i passi dalle lezioni di M. Montessori, E. Pikler, E. Goldschmied, B. Munari, J. Lepman per accompagnare i partecipanti verso una visione organica e critica, ma sempre personale, che richiama l'attenzione su alcuni aspetti: il ruolo di ...continua a leggere

Francesca - 02/05/2013 Leggi tutto      

Chi sono

Mi piace pensare che tutti siamo, potenzialmente, architetti di comunità desiderabili: è sufficiente e necessario prestare attenzione a cosa ci fa stare bene e lavorare in quella direzione, insieme agli altri, nel rispetto di tutti.

Il mondo laico verso il quale cammino crede nel valore della bellezza, del gioco, della comunità, della cooperazione, della politica agita dal basso, dell'artigianato educativo e del partigianato pedagogico.

Mi interessa ciò che aiuta le persone a formulare e realizzare il loro personale progetto di vita.