leggere fiaba Che senso ha leggere fiaba oggi?

Si possono leggere le fiabe ai bambini e alle bambine? 
Ha senso cambiare un finale cruento? 

Sono domande che mi vengono rivolte continuamente,  dunque: sì! Ha ancora senso parlare di fiabe.

Nel percorso si ricorderà la querelle che vide Natalia Ginsburg e Bruno Munari su posizioni radicalmente diverse, perchè ciò consente di indagare la relazione tra adulti e bambini alla luce dei mutamenti di paradigma educativo intercorsi a partire dagli anni '60.

Attraverso la fiaba andremo a ricostruire da un punto di vista sociologico, l'evoluzione dei comportamenti, ricordando come la fiaba sia approdata al cinema e da lì si sia affermata sotto forma di storytelling nella comunicazione commerciale.

Sarà prestata attenzione alle attuali rivisitazioni delle fiabe tradizionali.

Se richiesto:
- si opererà una mappatura dei trascrittori di fiabe più noti della tradizione europea (Giambattista Basile; Charles Perrault; Jacob e Wilhelm Grimm; Italo Calvino) e di conoscere le principali fiabe d’autore, senza tuttavia entrare nel merito dei rispettivi repertori.
- si indagherà quale rapporto vive la fiaba con miti, leggende e favole
- si presneteranno le principali scuole che hanno indagato la fiaba

 

A chi è rivolto

Bibliotecari, editori, librai, educatori, coordinatori, insegnanti, psicomotricisti, pedagogisti, assistenti sociali e a chiunque si occupi di bambini 0-6 anni a titolo professionale, di studio o di ricerca

Articolazione del corso

Il programma sarà concordato insieme al committente.

 

 

 


chiudi la ricerca