Little eyes: piccoli libri in tre tempi

lezioni di cartotecnica, con amore

 Per i neonati e i bambini piccoli,  la comunicazione con i genitori e con i membri della famiglia è più importante di qualsiasi altra cosa per il loro sviluppo.
Man  mano che crescono,  giorno dopo giorno, i bambini si imbattono in alcune questioni e attraverso il gioco e la parola con i loro genitori ne scoprono le risposte. (...) 
Se vi accontentate di dare ai bambini delle risposte stereotipate,  rimarranno privati di un certo sentimento di meraviglia e anche della gioia della scoperta. Le  vere chiavi risiedono nelle vostre parole. 
Little Eyes  è una collezione destinata ai bambini fin dalla loro nascita:  grazie al mondo dato dai colori e dalle forme,  incontreranno molti “?”  e svilupperanno la propria sensibilità nel gioco.

(Katsumi Komagata)

Era padre da tre mesi Komagata quando, osservando la figlia, fu testimone di come essa partecipasse con tutto il corpo all’eccitazione di ciò che era mediato dai suoi familiari: nacque così, tra il 1990 e il  1992, Little Eyes, un percorso in 10  piccoli libri  (delle dimensioni di 13x13 centimetri ciascuno) che sviluppano 4 nuclei tematici:

  • Guardare, sentire, giocare
  • Giocare e apprendere
  • Dispiegare
  • Muovere e guardare

Il corso propone a genitori ed educatori una chiave di lettura per accompagnarli nella scoperta di questo capolavoro tenendo come punto di vista quello dello sviluppo umano nei primi anni di vita, per mettere in evidenza con quale cura questo progetto ne tiene conto.
Saranno presentati anche altri lavori del maestro nipponico, allievo di Bruno Munari.


Forse ti interessa anche

lo sviluppo unitario nei primi anni di vita

primi libri da leggere con tutto il corpo

Contattami

Newsletter

cookies