Viviamo in un'epoca ad alta densità narratologica, dove le storie, per loro natura composite, spesso viaggiano in tempo reale, social, sotto forma di frammento visivo accompagnato da una didascalia che orienta, mette in dubbio e rilancia. Altre volte invece i racconti attraversando tempi lunghi, alimentandosi di biografie che si intrecciano con lo zeitgeist del luogo, mosse da un anelito al futuro che affonda radici nella lettura del passato, o nella sua assenza.

Coltivo domande e dialoghi tracciando percorsi che si dipanano tra albi illustrati, poesie, saggi scientifici, romanzi, canzoni, quadri, film, spettacoli, pubblicità, fotografie, diari, lettere, testi di legge e decreti, oggetti, interviste e testimonianze private.

Quando mi invitano a tenere incontri con genitori ed educatori, mi piace favorire alleanze educative e di cura appoggiandomi a molteplici linguaggi per far emergere la pluralità dei punti di contatto tra le persone: spesso siamo meno diversi di quanto si creda!

Mi capita di raccontare quali sfide educative abbiano raccolto le grandi figure a cui guardiamo in cerca di modelli: mi appassiona ricostruire il quadro storico e socioculturale in cui si è sviluppata la loro azione, poichè spesso ci si affeziona all'idea di trovare risposte certe cristallizzando un esempio, e così si trascura di capire quale tensione investigativa, quale investimento etico abbia portato a elaborare un impianto educativo che apprezziamo.

I racconti in mezzo ai quali sono cresciuta, nella campagna toscana e in città, mi hanno insegnato che le storie si liberano da un oggetto, una curiosità, un bisogno. E allora prende forma un racconto, di domanda in domanda.

Taccuino

articoli in evidenza

Riga, Lettonia

Riga, Lettonia

  • 12/08/2018

Riga, la capitale lettone è in pieno fermento culturale, economico, socialee, politico.

Pedagogia e letteratura

Pedagogia e letteratura

  • 21/01/2018

 I libri sono educatori silenti, come sosteneva Jella Lepman, talvolta ti stanno a fianco, altre fungono da specchio, altre scuotono e turbano, spesso ...

Storie di diritti e di rovesci

Storie di diritti e di rovesci

  • 03/10/2017

Chi scappa dall'Eritrea cerca un'alternativa a uno stato perenne di guerra, initerrotta dagli anni '40, ovvero dalla fine del colonialismo italiano: da...