Per attraversare la complessità del presente occorre confrontarsi con le contraddizioni che ci ha lasciato il secolo scorso, iniziato all’insegna di un rinnovato interesse verso l'infanzia ma conclusosi con il trionfo della società del profitto

Che del bimbo sia questo il secolo
l'ha per certo affermato qualcuno.
Perdonate se un poco trasecolo,
e l'assioma mi pare importuno.
(Stig Dagerman)

La lontananza tra adulti e bambini, narrata attraverso varie  contrapposizioni -selvaggio\civilizzato; puro\corrotto; straniero\domestico- si gioca oggi come allora attraverso gli oggetti tanto quanto nella gestione di spazi e tempi.

Immagini e parole raccontano  l'evolversi delle rappresentazioni d'infanzia nel dibattito pubblico attraverso indagini pedagogiche, filosofiche, mutamenti di costumi, opere letterarie.

Vuoi contattarmi?